Cervene, il video sulle attività formative svolte a Colliano (SA)

Nel Comune di Colliano, in provincia di Salerno, il 14 e 15 Marzo 2024 si è tenuta la prima sessione del corso “Le attività della Funzione di supporto n. 2 Sanità Umana e Veterinaria, Assistenza Sociale Metodo Augustus”. Il corso è inserito, su proposta del Cervene, nel Piano Formativo regionale 2024 in materia di sicurezza e sanità pubblica veterinaria ed è organizzato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Il corso formativo proseguirà nei mesi di Aprile a Portici, nel mese di Maggio a Sarno e il 23 Novembre a Grottaminarda in provincia di Avellino. Iscritti oltre 80 corsisti tra medici veterinari, medici chirurghi, farmacisti, biologi chimici, tecnici sanitari di laboratorio biomedico, tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. 

Tre gli obiettivi del corso: acquisire le conoscenze per le attività di prevenzione e previsione per la mitigazione dei rischi e gestione delle emergenze; acquisire le metodologie del sistema complesso di Protezione Civile; attivare sinergie tra la pianificazione delle Aziende Sanitarie Locali e i Piani di Emergenza elaborati dalle Autorità Comunali.
Oltre ai corsisti sono stati diversi i volontari delle associazioni di Protezione civile del Sele e del Cilento che hanno partecipato e contribuito alla riuscita del programma.

La prima giornata, dunque, ha visto la partecipazione di diversi relatori. Dopo l’iniziale momento in cui il Sindaco di Colliano, Gerardo Strollo, ha firmato il decreto di istituzione del COC di protezione civile (Centro Operativo Comunale) di Colliano, si sono susseguiti i saluti di Roberto Mugavero per il Cemec, Mario Massaro per il Ministero della Salute, Massimo Giangaspero dell’Assemblea parlamentare del Mediterraneo (PAM), Giorgio Filipponi della Regione Marche e Gerardo Salvatore della Regione Basilicata. Quindi è stata la volta degli interventi del corso, con i relatori previsti, Marco Leonardi, Angelo Corazza, Francesco Geri del Dipartimento di Protezione civile, Tecla Toscano dell’IZSM di Portici e Aniello Amato dell’Asl Sa (Crissap). il 14 Marzo oltre al corso in aula si è tenuta anche una breve esercitazione serale in tenda, condotta da Francesco Geri del Dipartimento della Protezione civile.

Seconda giornata emozionante e intensa per il corso formativo. La sezione formativa iniziata alle 9:30, si è successivamente intrecciata con il momento istituzionale voluto dal Comune, ovvero il conferimento della cittadinanza onoraria alla vice capo del Dipartimento di Protezione civile della Presidenza del Consiglio, Titti Postiglione, avvenuta con un consiglio comunale tenutosi alle 10.30. La cittadinanza è stata conferita alla Postiglione per l’elevato valore morale del suo incessante impegno svolto con approccio umano, tecnico e scientifico per l’intero territorio nazionale e per le piccole realtà come quella collianese, garantendo collaborazione e coadiuvazione nelle attività di pianificazione e gestione delle emergenze, di formazione ed esercitazione, al fine di stimolare la consapevolezza collettiva e la diffusione della cultura del rischio in capo alle nuove generazioni, agli amministratori e ai referenti delle strutture pubbliche del territorio. Il corso di formazione ha successivamente potuto godere di una lezione della vice capo del Dipartimento alla presenza dei corsisti e di diverse autorità istituzionale, tra cui il vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, il Presidente della Provincia di Salerno Franco Alfieri, il Vice Prefetto Antonella Giuliano, il Direttore della Protezione Civile Regionale Dott. Italo Giulivo, la responsabile emergenze della Protezione civile Regione Campania Claudia Campobasso, il Direttore del Dipartimento di Medicina veterinaria dell’Università di Bari Nicola De Caro, il Direttore del Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animale della Federico II di Napoli, Aniello Anastasio, Alfonso Andria Presidente del Centro Universitario Europeo per il Beni Culturali e tantissimi sindaci del comprensorio. Dopo la cerimonia, il corso è proseguito con la visita al campo di accoglienza realizzato in Piazza Epifani e con gli interventi di Alessandra Tesone del Cervene e Carmen Vallone del Cripat Napoli sulla sicurezza alimentare nelle aree di accoglienza.

Il resoconto del corso nelle interviste raccolte.

Torna in alto
Skip to content