PAGINE COLLEGATE

Organizzazione

Il C.Ri.B.B.A.M. ha due tematiche di intervento e due Direzioni tecniche, dislocate in due sedi operative diverse. Per il “benessere e contrasto al maltrattamento animale”, la Direzione tecnica è stata affidata dottor Cosimo Iavecchia, dirigente veterinario presso l’U.O.V. “Area Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche” Asl di Benevento – sede di Montesarchio. La sede operativa è l’Asl Benevento.

Per la “Biosicurezza aziende zootecniche” la Direzione tecnica è stata affidata al dottor Antonio Guarnieri, dirigente veterinario dell’Asl Caserta – Dipartimento di Prevenzione Direttore U.O.C. Servizio Veterinario Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche. La sede operativa è l’Asl Caserta.

I direttori hanno compiti di gestione tecnica e coordinamento delle sedi operative e di monitoraggio delle attività rese dalle rispettive Aree funzionali, i cui responsabili sono nominati dalle Asl su proposta dei Direttori.

Le aree funzionali per il “Benessere e contrasto al maltrattamento animale” sono tre:

  • Area “Benessere Animale
  • Area “Prevenzione del maltrattamento e contrasto ai reati a danno degli animali
  • Area “Attività di Formazione, informazione sul benessere ed il maltrattamento degli animali

Le aree funzionali per “Biosicurezza aziende zootecniche ” sono due:

  • Area “Biosicurezza
  • Area di “Formazione e informazione sulla biosicurezza

Aree funzionali

L’Area “Benessere Animale” ha come responsabile la Dott.ssa Amalia Mormile, Medico Veterinario Specialista Ambulatoriale afferente all’U.O.C. I.A.P.Z. ASL Benevento e prevede:

  • Promozione del benessere degli animali in vari contesti di detenzione ed utilizzo, garanzia e tutela della salute dell’animale, cura dell’animale, protezione dalla sofferenza e garanzia della qualità della vita in generale;
  • Sviluppo di politiche e prassi, quali la riqualificazione degli allevamenti e l’adozione di sistemi di allevamento a minor impatto, anche promuovendo opportune misure di sostegno specifiche per il benessere animale;
  • Promozione di tecniche di allevamento finalizzate all’implementazione del benessere animale;
  • Monitoraggio sull’applicazione da parte dei presidi territoriali delle strategie elaborate dal Centro;
  • Supporto alle AA.SS.LL. nella valutazione delle condizioni di benessere degli animali e sul rispetto della normativa cogente in materia negli allevamenti;
  • Implementazione e sviluppo di sinergie tra Enti e le diverse figure professionali che operano nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale;
  • Implementazione delle procedure di controllo sul benessere degli animali durante il trasporto;
  • Supporto alle forze dell’ordine in materia di benessere animale durante il trasporto benessere animale durante il trasporto;
  • Implementazione delle procedure di controllo sul benessere animale durante le macellazioni, anche rurali e rituali, degli animali da reddito;
  • Promozione attività di formazione ed informazione.

L’Area “Prevenzione del maltrattamento e contrasto ai reati a danno degli animali” ha come responsabile il Prof. Orlando Paciello del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

L’area prevede le seguenti attività:

  • Promozione della cultura contro il maltrattamento animale;
  • Istituzione di protocolli di gestione del rischio di abusi e maltrattamenti nelle fasi della detenzione, trasporto ed utilizzo degli animali in vari contesti pubblici e privati;
  • Gestione delle modalità di intervento nei casi di maltrattamento o uccisione illegale di animali; Contrasto al traffico degli animali e ai combattimenti fra animali;
  • Supporto alle AA.SS.LL., ai Comuni ed altri Enti Pubblici nella stesura di regolamenti per fiere, manifestazioni pubbliche o private che prevedono l’utilizzo di animali, e di capitolati per gare di appalto per il mantenimento degli animali;
  • Promozione di attività di formazione ed informazione.

L’Area “Attività di Formazione, informazione sul benessere ed il maltrattamento degli animali ha come responsabile il Dott. Gianluca Miletti, Dirigente medico veterinario, Responsabile U.O.S. Medicina Forense e Anatomia patologica del Dipartimento di Coordinamento Sanità animale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno.

L’area prevede le seguenti finalità:

  • Definizione di progetti di ricerca scientifica applicata in materia di benessere animale, prevenzione del maltrattamento e contrasto ai reati a danno degli animali;
  • Garantire il diritto dei consumatori di conoscere lo stato di benessere degli animali attraverso la promozione e realizzazione di campagne di informazione e sensibilizzazione;
  • Erogazione di formazione per personale veterinario ed organi di polizia giudiziaria sulla normativa in materia di benessere animale e sulla valutazione delle condizioni di vita degli animali ed il riconoscimento dei parametri del loro benessere;
  • Erogazione di formazione del personale addetto alla cura e alla gestione degli animali;
  • Predisposizione di materiale informativo e didattico per campagne di educazione sanitaria rivolta agli operatori della sanità, forze dell’ordine, Enti Pubblici, scuole di ogni ordine e grado.

 

L’Area “Biosicurezza” al momento ha come responsabile ad interim il Direttore tecnico e prevede le seguenti attività:

  • partecipazione alla redazione di Linee Guida e/o di indirizzo per la realizzazione dei piani di biosicurezza adeguati alle singole realtà aziendali;
  • supporto alle Asl nell’individuazione dei fattori di rischio intra ed extra aziendali, nonché di biosicurezza ambientale connessa alla diffusione delle malattie infettive, attraverso la costituzione di task force di esperti composta da membri di tutti gli Enti cogerenti il C.Ri.B.B.A.M;
  • supporto tecnico-scientifico, sia gestionale che strutturale, alle aziende zootecniche che intendono investire nell’adeguamento/implementazione delle misure individuate da specifici piani di sicurezza;
  • standardizzazione di criteri e procedure per il campionamento ambientale (condivise con i Centri di Referenza Nazionali) con la proposta di un protocollo operativo che definisca matrici, analisi e numero di campioni da effettuare, al fine di assicurare la presenza di patogeni nell’ambiente, anche ai fini del ripopolamento nelle aziende zootecniche che hanno effettuato lo stamping out;
  • implementazione e sviluppo di sinergie con altri Centri di riferimento, in particolare con il CRESAN per la biosicurezza, altri Enti e diverse figure professionali che operano nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale.

L’Area di “Formazione e informazione sulla biosicurezza” al momento ha come responsabile ad interim il Direttore tecnico e prevede le seguenti attività:

  • promozione e realizzazione di campagne di informazione e sensibilizzazione;
  • erogazione di corsi di aggiornamento per il personale veterinario e di altri organi di polizia giudiziaria, sulla normativa in materia di biosicurezza e benessere animale;
  • predisposizione di materiale informativo e didattico per campagne di educazione sanitaria rivolta agli operatori sanitari, allevatori, Forze dell’Ordine, Enti pubblici, scuole di ogni ordine e grado;
  • approfondimenti periodici tecnico/scientifici/amministrativo per il personale veterinario.

 

Torna in alto
Skip to content