Il CRAS

Indice della pagina

Cosa è

Il Centro Recupero Animali Selvatici (CRAS) “Federico II” del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università di Napoli, nasce dalla cooperazione tra tre enti quali il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali, la ASL Napoli 1 Centro e la Regione Campania, con sede operativa presso il Presidio Ospedaliero Veterinario dell’ASL Napoli 1 Centro, ai sensi dell’art. 5 del Regolamento n.4/2012, è un CRAS di II Livello che si occupa della cura degli animali selvatici finalizzata al successivo rilascio in natura.
Il CRAS “Federico II” di Napoli si avvale delle strutture dell’Ospedale Veterinario avendo quindi a disposizione i locali e le apparecchiature di pronto soccorso, chirurgia specialistica, anestesia, diagnostica per immagini (RX, TC, Ecografica), ematologia, parassitologia, endoscopia, laparoscopia, oltre che di un reparto di terapia intensiva, una prima degenza dedicata, voliere e tunnel di volo per la fase di riabilitazione, oltre che di personale medico specializzato in fauna selvatica.
Nell’ottica della ONE HEALTH le popolazioni di animali selvatici, in particolare rapaci e avifauna, in qualità di “consumatori primari dell’ambiente”, sono considerati delle preziose “sentinella ambientali”, per questo i pazienti vengono sottoposti a prelievo di campioni per indagini di epidemiosorveglianza. In virtù dell’elevato numero di ricoveri, il CRAS Napoli, in sinergia con il CRIUV riveste un ruolo di osservatorio privilegiato nella raccolta dei dati epidemiologici finalizzati alla tutela della salute pubblica partecipando attivamente anche all’attuazione del “Piano di gestione e monitoraggio ai fini epidemiologici della fauna selvatica in Regione Campania”.
Prima del rilascio in natura gli esemplari di volatili vengono inanellati e contestualmente vengono eseguite misurazioni morfometriche di ogni soggetto, in caso di mammiferi pregiati come il lupo vengono applicati radiocollari e in caso di uccelli di elevato valore biologico vengono utilizzati GPS impiegati per il monitoraggio degli esemplari dopo la liberazione.
Il sito del CRAS è il seguente:
https://www.mvpa-unina.org/dipartimento/cras.xhtml

A chi è rivolto

Il servizio, attivo h24, è rivolto alle forze dell’ordine, alle associazioni di volontariato (zoofile e ambientaliste) e ai privati cittadini che possono conferire gli animali selvatici ritrovati in difficoltà per il Presidio Ospedaliero Veterinario dell’ASL Napoli Centro, ai servizi veterinari delle AA.SS.LL. della Regione Campania.

Modalità di accesso al servizio

Al servizio si accede mediante e-mail all’indirizzo cras@aslnapoli1centro.it, via pec all’indirizzo criuv@pec.regione.campania.it o mediante telefonata al recapito telefonico 0812549596.

Riferimenti legislativi

– Legge 11 febbraio 1992, n. 157, Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.

-Legge Regionale 9 agosto 2012, n. 26 Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina dell’attività venatoria in Campania

-Regolamento Regionale 30 marzo 2012, n. 4, Regolamento per il recupero, la detenzione e la reimmissione in natura della fauna selvatica in attuazione dell’articolo 5 della legge regionale 10 aprile 1996, n. 8 (Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina della attività venatoria in Campania)

– Decreto Dirigenziale n. 94 del 06.05.2010 istituzione del CRAS “Federico II” di Napoli

Torna in alto
Skip to content